Non c’è due senza il tre! E questo vale anche negli USA

Leo Rugens

gty-scalise-trump-ps-170614_4x3_992

Per prevedere gli effetti geopolitici della “manovra a tenaglia” tra la denuncia al presidente degli Stati Uniti d’America per ostruzione alla Giustizia (cosa cazzuta negli USA) e i primi timidi tentativi di ricorrere all’Opzione Dallas (il quasi ammazzamento del pesantissimo parlamentare repubblicano e amico personale di Donald Trump, Steve Scalise), ci vorrebbe tutta la capacita preveggente del miglior Mago Otelma.

Senza essere Otelma, il divertente (e competente) esponente del Partito Radicale di un tempo, ma solo ricordando personalmente quali accelerazioni drammatiche si sanno imprimere agli avvenimenti politici dalle parti di Washington, ritengo che l’affare (e senza fare volgari riferimenti al sesso di nessuno) si stia per ingrossare. Si parla spesso del ’68 come l’anno dei grandi cambiamenti in Europa: il Maggio francese  e  la gioventù italiani che si catapulta nelle piazze. Ma il ’68 che che ho fissato nella mia memoria più complesso degli altri è stato certamente…

Ver o post original 795 mais palavras

Anúncios

Deixe um comentário

Preencha os seus dados abaixo ou clique em um ícone para log in:

Logotipo do WordPress.com

Você está comentando utilizando sua conta WordPress.com. Sair / Alterar )

Imagem do Twitter

Você está comentando utilizando sua conta Twitter. Sair / Alterar )

Foto do Facebook

Você está comentando utilizando sua conta Facebook. Sair / Alterar )

Foto do Google+

Você está comentando utilizando sua conta Google+. Sair / Alterar )

Conectando a %s